Azione in corso...

SEGNALI DI OTTIMISMO PER IL MERCATO REAL ESTATE

Un messaggio di ottimismo per il futuro del real estate e del mercato immobiliare.  

Compravendite in aumento di oltre il 35% e transazioni che sfiorano quota 100 miliardi: il settore residenziale è in piena ripresa e, a meno di altri eventi imprevedibili come quello che abbiamo appena attraversato, la crescita dovrebbe proseguire anche nei prossimi anni.

LA SITUAZIONE DI OGGI E LE PREVISIONI PER IL FUTURO

L’Agenzia delle Entrate ha calcolato che nei primi tre mesi del 2021 le compravendite cresciute del 36,8%. Questo dato, unito ai bassi tassi di interesse sui mutui e a un clima di generale ottimismo, lascia pensare che il trend rimarrà positivo anche nei prossimi mesi, riportando le transazioni totali dell’anno a quota 600mila, come in epoca pre-Covid, almeno secondo il presidente di Scenari Immobiliari, Mario Breglia.

PIÙ COMPRAVENDITE, PREZZI IN LIEVE CALO

Il mercato immobiliare italiano registra quindi una netta crescita sul fronte delle compravendita , circa il 36, 8% nei primi tre mesi secondo l'Agenzia delle Entrate. Secondo il report pubblicato da Scenari Immobiliari sul primo trimeste 2021, però, l'Italia non partecipa alla corsa al rialzo delle quotazioni in atto in Europa, ad eccezione di alcune grandi città (in primis Roma e Milano). Nei grandi centri urbani la ripresa del mercato residenziale degli utlimi anni ha iniziato a incidere con i primi aumenti sui valori di vendita, anche se non è ancora una tendenza omogenea nel territorio

 

CASA, LE ECCEZIONI DI ROMA E MILANO

 

Come già affermato,  a differenza di quanto succede nel resto d’Europa, in Italia i prezzi non accennano ancora a risalire, eccetto in alcune grandi città. La prima eccezione è rappresentata da Milano: qui la crescita del mattone è stata addirittura del 6% rispetto a giugno del 2020. Non solo: dei 10 quartieri italiani che si sono maggiormente rivalutati, ben 4 appartengono al capoluogo lombardo (Porta Ticinese, il primo in assoluto per crescita del valore delle case, Porta Romana, Piazza Firenze e via Settembrini).

Per quanto riguarda Roma, con l’eccezione della prestigiosa zona di Piazza Navona, dove si arrivano a spendere anche 17mila euro al metro quadro, +5,3% in un anno, i prezzi risultano stazionari. Scenari Immobiliari evidenzia un aumento di domanda per appartamenti tra gli 80 e i 130 metri quadri da ristrutturare.

Bene anche altre città come Napoli, Genova, Bologna e Firenze grazie al ritorno dei turisti e degli studenti universitari.

 

Prodigy Real Estate - P.IVA: 14399581009

Realizzato con VelociBuilder - Another Project By: Marketing:Start! - Privacy Policy